Come parlare con me

Le relazioni sono fatte di conversazioni.

Ecco come potete comunicare con me.

Telegrammi (fino a 280 battute):

Seguitemi su Twitter qui:

@paolomusano

Chiedetemi qualcosa citandomi con la @ ed io risponderò.

Al bar, magari parlando di libri:

Potete seguirmi e aggiungermi su Facebook.

Se siete bibliofili, troverete pane per i vostri denti.

Ho una pagina per nerd letterari:

Il Sogno dello Psicopompo.

E un canale Telegram:

Libri & Bibliofilia.

📚Seguitemi su Anobii.📚

📚Seguitemi su Goodreads.📚

Quello che posso fare per voi:

Se volete dare un’occhiata a quello che ho fatto e che posso fare,

mi trovate in giacca e cravatta su Linkedin.

Dove si nascondono i tramonti:

Avete indovinato.

Proprio lì (e anche qui e qui).

Quello su cui indugia il mio sguardo è solo l’inizio.

Il resto lo immagino.

Sapete che c’è di nuovo?

Ci sono tante cose belle di cui scrivere.

E di solito non manco mai a un appuntamento.

Però, se volete essere sicuri di beccarci,

iscrivetevi alla newsletter.

Cercherò di metterci sempre una sorpresa.

Elon Musk, mi senti?

Sono su Clubhouse,

il social con la voce intorno.

Se ci sei anche tu, possiamo parlare.

Chiacchiera con @paolomusano su Clubhouse

La cara vecchia comunicazione asincrona:

Se volete scrivermi una mail, potete farlo qui:

paolomusano@gmail.com.

Non è detto che lo faccia subito, ma vi risponderò.

Andate, però, dritti al punto.

Laggiù nell’offline:

Sono un materano wanderluster.

Ho girato parecchio e abitato in tante città, soprattutto a Padova, Siena, Firenze e Urbino (un social network fatto non di bit ma di mattoni, per citare Lella Mazzoli).

Ora vivo a Vercelli.

Per una chiacchierata su Zoom, una consulenza o una dritta sulla migliore panissa, ci sono.